Turismo e accoglienza

Come organizzare una comunione a Roma


Il sacramento della Comunione sta rivestendo un rilievo sempre pi importante nel corso degli anni; spesso si organizzano le Comunioni nell'ottica di piccoli matrimoni, studiando al meglio l'allestimento per la Chiesa, l'abito dei festeggiati e degli invitati, talvolta, addirittura, si noleggiano auto scenografiche e si ingaggiano costosi fotografi per immortalare ogni momento della giornata.

Va da s che accanto a questi vezzi non pu di certo mancare una festa che sia degna di tanto impegno, esistono persino delle figure specializzate che riprendono l'idea delle wedding planner e che tentano di soddisfare le famiglie organizzando delle feste spettacolari.

Comunioni a Roma: che location scegliere?

Se c' una citt nella quale le idee non mancano di certo, questa Roma. Come recitavano gli antichi Roma caput mundi, perch di fatto c' una variet di conformazioni territoriali tale da poter soddisfare qualsiasi desiderio in termini di location. Sono numerose le zone di mare, dalle pi comuni alle pi raffinate, ma vi sono piacevoli zone collinari nelle quali gustare buon vino ed anche dei piccoli tesori incastonati tra le montagne in cui respirare dell'aria fresca.

Ma la scelta non finisce qui, anzi, probabilmente siamo solo all'inizio. Vi sono tantissime strutture che possono accogliere una festa di comunione ed ovviamente la scelta influenzata da moltissimi fattori. Il budget, il periodo dell'anno (in genere primaverile) ed il numero degli invitati sono tre parametri che non possono essere ignorati al momento della scelta.

Per i budget pi limitati le offerte sono comunque varie e di qualit; il territorio romano costellato da agriturismi di ogni genere, molti addirittura a conduzione familiare, che propongono cibi genuini e di qualit, senza dover sborsare un patrimonio. Inoltre sono spesso immersi nelle campagne, per tale ragione i pi piccoli ameranno senz'altro i divertimenti all'aria aperta che offrono queste strutture.

Poi si pu considerare una soluzione intermedia in termini di budget, quella cio di un semplice ristorantino elegante e raffinato che possa soddisfare i palati pi esigenti, coniugando la cucina contemporanea al design strutturale. In tal caso i prezzi potrebbero lievitare, soprattutto se si opta per un menu di mare.

Se, invece, non si vuole badare a spese c' l'opzione del castello o della dimora antica per una comunione a Roma davvero unica. Si tratta di due soluzioni senz'altro costose, che implicano di affittare la sala, il personale e, ovviamente, di provvedere alle spese del menu. Il castello consigliato quando il numero degli invitati elevato, visto che le dimore antiche contano poche stanze in cui sarebbe difficile far stare comodi tutti i commensali.

Ovviamente la scelta della location gi un passo importante, ma vi sono altri aspetti da non dimenticare; in primo luogo si deve scegliere un luogo che non disti eccessivamente dalla Chiesa, soprattutto tenuto conto del fatto che vi sono molti bambini e molti anziani che potrebbero soffrire delle lunghe distanze.

Fatto ci si deve decidere il menu; se non si conoscono bene i gusti dei commensali preferibile optare per un men abbastanza tradizionale, senza sconfinare in preparazioni troppo articolate. Se vi sono casi di intolleranze o allergie fondamentale avvisare lo staff cos da provvedere alla preparazione di pasti alternativi.

Per ultimo bene non dimenticare che in primavera iniziano ad esservi le belle giornate, ma ci non toglie che il meteo potrebbe riservare delle brutte sorprese; per tale ragione importante concordare con il ristorante la disponibilit sia di ambienti esterni che di una sala interna, da sfruttare in caso di pioggia.

Trova la struttura pi adatta a te e affidati alla professionalit di Comunione Roma, il portale web dedicato interamente all'organizzazione della festa di comunione a Roma